L’endoscopia è una tecnica chirurgia mini-invasiva che utilizza uno strumento visivo flessibile o rigido per ispezionare le cavità corporee o gli organi sia a scopo diagnostico che terapeutico.

Endoscopia rigida

L’endoscopia rigida grazie alla sua versatilità offre un più ampio campo d’applicazione:

  • Rinoscopia (video) : non invasiva, consente la visualizzazione delle strutture del naso, la rimozione di eventuali corpi estranei e il prelievo di campioni bioptici.
  • Laringoscopia (video) : consente le medesime procedure della rinoscopia ma su distretti più distali dell’apparato respiratorio del paziente.
  • Otoscopia (video) : garantisce una miglior visione del condotto uditivo e della membrana timpanica rispetto all’utilizzo di un otoscopio ad occhio nudo.
  • Vaginoscopia (video) : visualizza le basse vie urinarie della femmina.

Queste procedure diagnostiche, oltre a consentirci di osservare direttamente l’area in esame, consentono di rimuovere eventuali corpi estranei e di prelevare campioni bioptici.

Artroscopia

Con l’endoscopia rigida avanzata possiamo effettuare artroscopie, utilizzate per condurre indagini diagnostiche alle articolazioni di spalla, gomito, ginocchio. Consente anche il trattamento chirurgico di alcune patologie articolari:

  • UAP gomito
  • FCP Gomito (video)
  • OCD spalla/ginocchio
  • Tenosinovite bicipite spalla (video)

Endoscopia flessibile

L’endoscopia flessibile è indicata per casi di:

  • Gastroscopia (video) : è il gold standard per l’indagine diagnostica di esofago stomaco e primo tratto intestinale.
  • Colonscopia: consente di osservare il lume del colon e del retto.

 

Condividi questa pagina

FacebookMore...