Cosa devo fare appena arriva un cucciolo a casa?

CANE – Quando si adotta un cucciolo si devono fare diversi trattamenti. All’età di 35 gg si effettua la sverminazione contro i parassiti intestinali trasmessi dalla madre. Il nostro protocollo di vaccinazioni prevede tre inoculazioni. La prima a 45 gg contro il parvovirus, agente virale responsabile di  una malattia infettiva gastro-enterica estremamente  pericolosa per il cucciolo. La seconda, a 60 gg, comprende parvovirus, virus del cimurro, della parainfluenza, adenovirus tipo 2 e tre ceppi di leptospira. La terza a 90 gg richiama la seconda . Da adulto la vaccinazione diventa annuale. Nel periodo estivo nel cucciolo e nell’adulto si deve eseguire la profilassi preventiva contro la filariosi cardiopolmonare e il trattamento dei parassiti esterni (pulci, zecche). Inoltre, per legge, se non è stato fatto al momento dell’acquisto, il cane deve essere registrato all’anagrafe canina tramite l’inoculazione di microchip sottocutaneo.

GATTO – Nel gatto si effettua la sverminazione a circa 35 gg. Il nostro protocollo vaccinale prevede due inoculazioni. La prima a 60 gg contro Herpes Virus (agente della laringotracheite infettiva), Calicivirus, Virus della Panleucopenia felina, Virus della Leucemia felina, agente della Chlamidiosi felina; la seconda dopo 30 gg come richiamo. Da adulto la vaccinazione viene effettuata una volta all’anno. Nel periodo estivo è importante eseguire  il trattamento contro i parassiti esterni.

___________________________________________________________________________

Che cos’è la displasia?

Displasia dell’anca
La displasia dell’anca è una patologia caratterizzata dalla mancanza di congruenza dei capi articolari. Questa incongruenza, più o meno marcata in base al grado di displasia,  provoca lo sviluppo di osteoartrosi, processo degenerativo cronico che causa al cane dolore e riluttanza al movimento. La malattia è su base ereditaria ed interessa, in grado più o meno elevato, tutte le razze canine, tuttavia quelle di taglia grande e gigante sono colpite con maggior frequenza e gravità.
Ad oggi esistono diverse tecniche chirurgiche che permettono di correggere l’incongruenza articolare, migliorando la qualità di vita dei soggetti  displasici. Poiché molte di queste devono essere eseguite prima che lo sviluppo scheletrico sia completato, è importante  diagnosticare precocemente la patologia. Per questo motivo si deve eseguire uno studio radiografico entro i 4 mesi di età.

Displasia del gomito
La displasia del gomito del cane, come quella dell’anca, è una malattia su base ereditaria caratterizzata dallo sviluppo di osteoartrosi. Le patologie che provocano questa processo degenerativo sono diverse: frammentazione del processo coronoideo, mancata unione del processo anconeo, osteocondrosi del condilo mediale dell’omero, anomalie della cartilagine articolare ed incongruità articolare.

Razze a maggior rischio di displasia del gomito:

  • Alano
  • Basset Hound
  • Bearded Collie
  • Bernese
  • Bovaro delle Fiandre
  • Bracco Italiano
  • Cane Corso
  • Chow-Chow
  • Dogue de Bordeaux
  • Mastino Napoletano
  • Pastore Belga
  • Pastore Bergamasco
  • Pastore Tedesco
  • Retrievers
  • Rottweiler
  • San Bernardo
  • Spinone Italiano
  • Terranova

__________________________________________________________________________

Che cos’è la Filaria, cosa devo fare nel periodo estivo per prevenirla?

La filaria è un parassita appartenente alla famiglia dei vermi tondi (nematodi). Il suo ciclo vitale ha come ospite principale il cane e come vettore la zanzara: quando questa punge un animale infetto, ingerisce le microfilarie che maturando al suo interno infestano un nuovo ospite al momento del pasto successivo. Una volta iniettate crescono e migrano nel cuore e nelle arterie polmonari, raggiungendo anche la dimensione di 30 cm. Da adulte si riproducono rimettendo in circolo le microfilarie. La presenza del parassita provoca principalmente insufficienza cardio-respiratoria che alla lunga può portare alla morte. La nostra zona, a causa dell’alta densita di zanzare nell’ambiente, è considerata area endemica. E’ quindi fondamentale eseguire la profilassi preventiva tutte le estati.

___________________________________________________________________________

STERILIZZAZIONE – Cos’è  e quando farla?

La sterilizzazione della cagna e della gatta è un intervento chirurgico che può essere fatto a qualsiasi età a partire dai sei mesi. La tecnica da noi utilizzata comporta l’asportazione di utero e ovaie (ovario-isterectomia). Intervento che dà in assoluto la minor incidenza di patologie a carico dell’apparato riproduttore. Inoltre qualora non si fosse intenzionati ad avere cucciolate è sicuramente utile sterilizzare l’animale prima del raggiungimento della maturità sessuale. Infatti studi scientifici hanno dimostrato che, se praticata in età prepubere, è in grado di prevenire la comparsa del tumore alla mammella.

Quando lo riporto a casa cosa devo fare?
L’intervento viene eseguito in day-hospital. L’animale torna a casa già sveglio. Una volta dimesso non necessita di nessuna terapia o particolare accorgimento. A 10 giorni dall’operazione il paziente viene riportato in clinica per  una visita di controllo e per la rimozione dei punti esterni.

Controindicazioni?
Quando si asportano le ovaie si ha una diminuzione della produzione degli ormoni sessuali ciò comporta  modificazioni nel metabolismo, dando predisposizione  all’obesità. Problema comunque non riscontrato in animali con una dieta corretta.

Condividi questa pagina

FacebookMore...